Doratura

DORATURA PER ESTERNI

Vernice a base di resine sintetiche, pigmentata con oro in polvere, nelle diverse tonalità. Pronta all’uso. Ideale per decorazioni di cancellate monumentali, ringhiere ed elementi architettonici in genere esposti alle intemperie.

DORATURA PER INTERNI

Vernice a base di resine sintetiche, pigmentata con bronzo in polvere, nelle diverse tonalità. Pronta all’uso. Ideale per il trattamento di aste di legno per cornici, stucchi, filetti e decorazioni di mobili d’epoca, restauro di mobili antichi, ritocchi di oggetti ottonati, ramati.

gesso di bologna

Si tratta di solfato di calcio idrato. Ha una morbidezza al tatto unica, data dalla finezza della grana di cui è composto e viene utilizzato nella doratura per preparare l'amminitura, uno specifico fondo per la preparazione della superficie da decorare con foglia d' oro. È utile anche nella preparazione di stucchi da utilizzare in svariate occasioni e in genere nella realizzazione di decorazioni di alto pregio.

Bolo Giallo

Pasta argillosa che, addizionata ad un collante, permette di fissare la foglia oro sull'oggetto da decorare.

Bolo Rosso

Pasta argillosa che, addizionata ad un collante, permette di fissare la foglia oro sull'oggetto da decorare.

Doratura

La doratura è un processo di decorazione ornamentale usato su diversi materiali e con diverse tecniche per impreziosire un oggetto tramite l'apposizione di un sottilissimo strato di oro, detto "foglia oro". Più raramente sono usati sostituti per l'oro, quali leghe che simulano il color oro, argento o rame. I suoi usi principali sono nella produzione di volumi di pregio per bibliofili, nella decorazione di mobili di lusso e nell'arte. La doratura era una tecnica molto diffusa nell'arte e nell'architettura medievale, specialmente in quelle bizantina e rinascimentale, dove la foglia d'oro veniva usata nei dipinti su tavola di legno, per esaltare l'effetto visivo delle aureole dei santi, o il brillare del sole: l'inattaccabilità alla corrosione dell'oro ha permesso a queste tavole di giungere fino ad oggi con immutato splendore.